6012833668ffb3.99782895

Nello spazio delle informazioni ci sono molte idee sbagliate sui pericoli degli integratori sportivi e una serie di affermazioni negative. Il numero di idee sbagliate ha connotazioni diverse, quindi è necessario affrontarle. Per i principianti che stanno appena iniziando una carriera sportiva, è difficile capire dove sia la verità e dove sia la menzogna. Per dissipare la nebbia, è necessario analizzare le variazioni più popolari delle delusioni. Va notato subito che le miscele non sono una cura per tutte le malattie. La composizione contiene proteine, carboidrati, varie vitamine e minerali, nonché aminoacidi. Gli atleti si allenano per tutta la vita, spendendo molte energie. Per compensare la mancanza di sostanze nutritive, il cibo ordinario non è sufficiente. Non puoi spremere abbastanza proteine ​​o vitamine dal cibo, insieme al cibo, i grassi malsani e una serie di altri componenti entrano nel corpo. Gli integratori, invece, sono costituiti da materie prime pure, che ti consentono di reintegrare la tua dieta in modo rapido e innocuo.

Mito: non c’è mai troppa acqua.

Negli anni ’90 del XX secolo, gli scienziati americani hanno condotto una serie di test e hanno raccomandato agli atleti di bere più liquidi, indipendentemente dal carico. È stato affermato che quando una persona ha sete, è praticamente disidratata. Quindi, molti bevevano acqua in anticipo, così come durante e dopo le lezioni. Dopo una serie di morti di maratoneti, questa affermazione si è incrinata e molti hanno riconsiderato la sete di liquidi. È importante sapere che ogni organismo ha caratteristiche individuali, quindi è necessario avvicinarsi correttamente al bilancio idrico. Ad esempio, le persone sottodimensionate inclini al sovrappeso si trovano spesso ad affrontare la malattia dell’iponatriemia. È accompagnato da vertigini, vomito, gonfiore delle estremità e può anche essere fatale. Recentemente ci sono state informazioni che tutti dovrebbero bere almeno un bicchiere d’acqua alla volta. Non sperare che il liquido esca lo stesso per tutti, il processo è individuale. Per questo qualcuno beve e ne giova, mentre l’altro si porta in corsia.

Mito: più proteine ​​mangio, meglio è.

Le proteine ​​sono un elemento fondamentale per i muscoli. Molti neofiti scommettono su questo consumando cibi e integratori proteici illimitati. Esiste una certa regola per l’assunzione di prodotti proteici non più di 1,8 grammi per chilogrammo di peso. Se questo importo viene aumentato con costanza, possono sorgere ulteriori problemi. Non dimenticare che è difficile per il corpo digerire questo componente. Tutto va bene con moderazione, vale la pena sapere che senza sforzo fisico puoi solo aumentare le tue riserve di grasso e non i muscoli. Escludendo altre sostanze utili dal corpo, ti condanni a malessere, perdita di forza e diminuzione della qualità del processo di allenamento. Tutti dovrebbero essere consapevoli che gli alimenti ricchi di proteine ​​non sono sempre utili. Se mangi kebab ogni giorno e li lavi con la soda

Mito: se prendo vitamina C, non mi ammalerò durante la stagione di allenamento.

Per molto tempo, la maggior parte della popolazione mondiale ha considerato la vitamina C un aiuto immunitario. Gli studi hanno confermato le qualità benefiche della sostanza, poi l’hanno confutata. Non sorprende che le persone credano che la vitamina le protegga dalle malattie infettive e virali. In realtà questo non è vero. Per evitare il raffreddore, è necessario seguire una serie di regole igieniche. Lavati le mani più spesso e usa una mascherina medica durante la stagione influenzale. Naturalmente, una dose aggiuntiva di una sostanza benefica accelererà il tuo recupero e tornerà in pista più velocemente.

Mito: solo eliminando i carboidrati dalla dieta posso perdere peso.

Eliminando qualsiasi nutriente dalla tua

dieta, acceleri il processo di perdita di peso. Questo è certamente vero, ma pensi alle conseguenze. Numerosi studi hanno dimostrato che evitare i carboidrati o una grave restrizione compromette il funzionamento di tutto il corpo. I muscoli e il sistema nervoso sono colpiti prima di tutto. Durante questo periodo, appare stanchezza, sonnolenza, la digestione rallenta, una persona diventa irritabile. La decisione di perdere peso dovrebbe essere basata su una graduale riduzione delle calorie. Per fare ciò, ridurre la quantità non solo di carboidrati, ma anche di grassi con proteine. È normale che una persona consumi almeno il 45% dei carboidrati netti.

Mito 2. Abbasso gli additivi alimentari, abbiamo bisogno di cibo tradizionale

Naturalmente, il cibo naturale non danneggia gli atleti. D’altra parte, se hai bisogno di ricostituire le sostanze mancanti nel corpo, questa non è l’opzione migliore. Insieme al cibo, un gran numero di componenti estranei entra nel corpo. Se un atleta vuole fare le cose velocemente, dovrebbero essere usati degli integratori. Satureranno le cellule con vitamine, proteine ​​e altri nutrienti benefici. A causa loro, il corpo accelera il metabolismo, migliora la digestione